Lo studio per la santità

image_pdfimage_print

Il giorno 13 ottobre 2019, XXVIII domenica C, è stato canonizzato Santo, prima beato John Henry Newman. All’occasione dell’atto academico, che ha avuto luogo due giorni prima della canonizzazione a una delle università cattolica di Roma, un relatore ha insistito dicendo “Lo studio che fatte voi studenti non serve a niente se non alla santità, o meglio avere l’intima amicizia con il Signore Dio e servizio agli altri.” Facendo il riferimento a John Henry Newman, il relatore ha apprezzato l’umiltà di Newman nella ricerca della verità. “Newman- continua il relatore- si è reso umile, perché, alla sua età non aveva più bisogno di studiare troppo, ma acetò le istruzioni del suo vescovo do recarsi a Roma per la formazione sacerdote. Era già il professore della grande università di Oxford.”
Santo John H. Newman nacque in Irlanda nel 1801. Si recò a Roma per la formazione sacerdotale nel 1846. Nell’anno successivo, 1847 fu ordinato sacerdote della Chiesa cattolica, nella cappella del collegio della Propaganda Fide a piazza di Spagna.
Essendo un uomo con una visione teologica nuova, le sue idee non furono accolti subito con applausi dalla Chiesa cattolica. Oggi dopo tanti anni della sua morte, si loda la sua visione della formazione dei laici nel campo della teologia e la sua profonda riflessione sulla coscienza, che lui chiama “il vicario di Cristo in noi”. Addirittura, nello stesso atto academico straordinario, si è osato a chiamare Newman “S. Agostino dei nostri tempi” soprattutto per la sua ricerca di verità trascendentale e il radicale cambiamento di vita, da sacerdote anglicano a cardinale cattolico.

Categories: Esame Urbaniana 2020

Tags:

Grandezza Font
Contrasto