Un sacrificio che non si dimentica

image_pdfimage_print
anta Severa, cerimonia di commemorazione dei Caduti di Nassirya

In una toccante cerimonia rievocativa Domenica 12 Novembre con la partecipazione dell’autorità ecclesiastica locale e di quelle civili e militari, sono stati ricordati i 19 caduti Italiani a Nassiriya – 17 militari e 2 civili – che da quel fatidico giorno del 2003 non sono più con le loro Famiglie, i loro cari e tra noi; da allora, sempre è stata ricordata a Santa Severa la memoria del loro sacrificio.

Con l’Inno nazionale si è aperta la breve, semplice e significativa commemorazione e d. Stefano, dopo la lettura del brano tratto dal Profeta Isaia, così alla Preghiera dei Fedeli: “… Per coloro che hanno servito la patria fino al sacrificio della vita e per i caduti nella difesa del bene comune, perché il Signore li accolga nella pace dei giusti e il loro ricordo sia per tutti noi monito efficace alla lealtà e alla concordia, preghiamo… per poi proseguire: “… e arrivare alla conclusione: “… la fraterna intercessione dei Santi Patroni d’Italia, San Francesco d’Assisi e Santa Caterina da Siena, e possa con la Sua benevolenza Dio nostro Padre, illuminare e proteggere la nostra patria, i cittadini e i governanti”.

… continua a leggere l’articolo su Diocesi Suburbicaria di Porto – Santa Rufina >> Un sacrificio che non si dimentica <<

Categories: Notizie,Porto - Santa Rufina

Tags: ,,,

Grandezza Font
Contrasto